Rifugio Avanzà - Monte Giusalet

In questa pagina: Informazioni generali - Itinerari di accesso - Escursioni e ascensioni - Traversate

rifugio Avanzà

Il rifugio Avanzà, di proprietà del comune di Venaus. È un ex casermetta militare situata nei pressi del colle omonimo che separa la Val Clarea dalla Val Cenischia, sul fianco sud del Giusalet.

Trattasi della struttura ricettiva sul territorio di Venaus a quota più elevata (2538 m.) di fondamentale importanza per escursioni ed ascensioni nella zona del monte Giusalet.
L'immobile, voluto dallo stato sabaudo come ridotta aveva essenzialmente il compito di permettere la vigilanza su possibili invasioni dal Col Clapier.

Già operativo in periodi antecedenti l'era napoleonica, ha conservato queste prerogative fino al secondo conflitto mondiale.
Lasciato incustodito è stato depredato di suppellettili, cimeli e l'incuria lo ha ridotto ad un rudere.
La Pro Loco di Venaus si fece promotrice della ricostruzione accollandosi 20 mila ore di lavoro volontaristico dal 1973 al 1993 e ne cura tutt'ora la gestione.
La buona posizione panoramica, la quota cui è situato, permettono all'escursionista e al gruppo famigliare di usufruire pienamente del rifugio e conciliare le proprie esigenze.

Leggi altre informazioni sul rifugio Avanzà

Itinerari di accesso

A) Dalla SS. n.25, che da Susa sale al Valico del Moncenisio, 2 Km dopo l'abitato di Giaglione, svoltare a sinistra e imboccare la strada che conduce in Val Clarea. Percorrere circa 1 Km per raggiungere il Piano delle Rovine (in dialetto "d'Ruine", Deruine sull'I.G.M), prendere a destra (palina S.Chiara) una carrozzabile bitumata che sale alla borgata Prà Piano (1495m) e al forte di S.Chiara. A questo punto la strada diventa sterrata ma è ancora possibile percorrerla fino alla presa di carico o al pozzo piezometrico (1950 m) dell'impianto idroelettrico di Venaus.
Proseguire a piedi per una carrereccia pianeggiante che porta alle rovine delle Grange Marzo presso le quali si incontra la mulattiera che sale da Bar Cenisio TG (Tour del Giusalet). Proseguire per sentiero ben tracciato fino ai ruderi della Grangia della Vecchia (2237 m) e al rifugio (2578 m). Tempo: 1 ora e 45 minuti.

B) Lasciare l'auto nei pressi dell'ultimo tornante dell'itinerario A (circa 300 m prima del pozzo piezometrico). Prendere a sinistra una pista sterrata che conduce alla bergeria Mabert (1964m) e alla Bergeria Martina (1960). Poco prima di quest'ultima salire diagonalmente il rapido pendio prativo di sinistra oltre la Bergeria Blet (2075m) fino a scorgere visivamente tutto l'ampio e profondo vallone della Clarea. Da questo punto una mulattiera attraversa in salita al di sopra del pendio più ripido tutto il versante sud-ovest della Punta Mulatera e dalla Punta Toasso Bianco fino a raggiungere il Passo Avanzà (2538)(ore 1.45) e da qui al Rifugio

C) Dalla SS.25 in località Bar Cenisio presso l'ex albergo "Quo Vadis" (1483m) si imbocca la prima strada asfaltata con indicazione Rifugio Avanzà(itinerario TG). Superato l'abitato si prosegue per sentiero addentrandosi in un bosco di larici, continuando sulla sinistra dopo aver attraversato il Rio Berta e percorso un lungo tratto a mezza costa si giunge e attraversa il torrente Clanero. Proseguire per gli ampi tornanti dell'ex sentiero militare fino a raggiungere presso le rovine delle Grange Marzo (2014m) l'innesto sul percorso "A" (ore 1,30) Per questo itinerario salire al Rifugio (ore 1,45) (totale ore 3,45).

Escursioni e ascensioni

Traversate

COLLE DEL MONCENISIO
Raggiungere il passo dei Trinceramenti a 2889 m ( vedere itinerario "B" del Monte Giusalet ) e per sentiero segnato scendere al Lac de Savine a 2449m.
Proseguire nell'ampio vallone seguendo per buona parte in Ruisseau de Savine fino al colle del Piccolo Moncenisio 2184m (ore 2.30).
Ora per strada sterrata, dopo aver superato l'ampio pianoro prativo nei pressi del Refuge de Petit M. Cenis raggiunto il lago omonimo, lasciare l'itinerario TG e proseguire a sinistra costeggiando il lago.
Si raggiunge così il Colle del Moncenisio a 2084m dove la stradina si immette nella R.N. nr. "6". Tempo totale ore 5.30.

RIFUGIO VACCARONE
Poco prima di arrivare al Passo dei Trinceramenti a 2889m lasciare TG, scendere sul sentiero ex militare (franato in alcuni punti nella sua parte iniziale) fino a raggiungere il Colle Clapier 2447m (ore 1.30).
A questo punto sono due gli itinerari per raggiungere il rifugio.
Il primo passa davanti all'enorme edificio militare che domina il Colle e richiede l'attraversamento del Rio Clapier (che a volte è difficile da guadare).
Il secondo prevede di attraversare il Colle scendendo ancora leggermente sul versante italiano della Val Clarea e risalire il sentiero sul ripido pendio opposto a quello disceso poco prima, fino a raggiungere l'ex rifugio militare del Gias a 2626m e di qui in breve tempo al rifugio Vaccarone a 2743m.
Tempo totale ore 3.

Vedi anche:

Gite escursionistiche in Alta Valle Susa

Monte Chaberton - Punta Nera - Monte Thabor - Grand Hoche - Monte Niblè - Cima Dormillouse - Punta Rognosa del Sestriere - Monte Fraiteve

Gite escursionistiche in Bassa Valle Susa

Monte Giusalet - Punta Sommeiller - Cima Ciantiplagna - Monte Orsiera - Monte Rocciavrè - Monte Musinè - Punta del Grifone - Rocciamelone - Rifugio Avanzà - Monte Giusalet - Parco Orsiera Rocciavrè

I percorsi e le gite sono state segnalate da ALTOX "guide di alta montagna". http://www.altox.it. Il link aprirà una nuova finestra del browser